Come fidelizzare i clienti con la carta dei vini

“Non esistono vini cattivi, ma solo palati differenti”: è una frase che ci capita di sentire spesso nel nostro settore, e con ragione. Prevedere con esattezza le esigenze di ciascun cliente è impossibile, ed è proprio per questo che una carta dei vini varia e ben fornita è uno strumento chiave nella fidelizzazione dei clienti. Si dice anche che i commensali giudicano la qualità di un ristorante in base alla sua carta dei vini”. In altre parole, varietà e un ampio ventaglio di scelta sono i due aspetti a cui viene data maggiore importanza.

Ritieni che la carta dei vini del tuo ristorante sia adeguata? Pensi che sia uno strumento di fidelizzazione efficace?

Segui i suggerimenti riportati nella seguente mini guida per creare una carta dei vini che ruberà il cuore ai tuoi clienti.

Quali sono gli aspetti da tenere in considerazione nella creazione della carta dei vini?

TheFork Come fidelizzare i clienti con la carta dei viniL’offerta gastronomica

In primo luogo, è fondamentale selezionare dei vini che si sposino con l'offerta gastronomica del tuo ristorante. Ad esempio, un ristorante di pesce dovrà disporre di una gamma più ampia di vini che si accompagnano a questo tipo di prodotto (quali bianchi, rosati secchi, rossi giovani e spumanti), mentre un ristorante di carne dovrà prediligere i rossi. D’altro canto, un ristorante giapponese, la cui offerta culinaria prevede una fusione di pesce, maiale, vitello e alimenti crudi e fritti, dovrà disporre di una gamma di vini più varia in termini di acidità, corpo e freschezza che faccia da complemento a tutti i piatti del menu.

TheFork Come fidelizzare i clienti con la carta dei viniL’origine

Complice anche il trend salutistico, ormai i clienti non si lasciano più impressionare dalle grandi marche o dai prodotti più sofisticati. Al contrario. Ad incontrare il favore della clientela sono soprattutto i vini locali, provenienti da cantine a conduzione familiare di piccole o medie dimensioni, che rispecchino un consumo equo e sostenibile. Ne consegue che il secondo aspetto da tenere in considerazione nella creazione delle carta è la valutazione dell’offerta di vini locali. Al giorno d’oggi, una carta in cui figurino vini ecologici costituisce un ottimo biglietto da visita per il tuo ristorante.

TheFork Come fidelizzare i clienti con la carta dei viniTipologia di cliente

Negli ultimi anni, il consumo di vino è cambiato in maniera significativa. Da prodotto tradizionale, consumato principalmente da un cliente più maturo, il vino è diventato oggi un piacere per tutti. È gradito specialmente ai clienti più giovani, che, accompagnandolo al cibo, scoprono in esso un approccio più sofisticato al consumo di bevande alcoliche. Proprio per questo motivo, è importante offrire loro l’opzione di acquistarlo al calice, essendo questa una modalità di consumo più conveniente.

Che cosa vogliono i millennials?

Come testimoniano i social, per
i clienti nati a partire dagli anni ottanta il vino ha un valore sociale. Di modelli a cui fare riferimento per capire quali siano di preciso le loro esigenze e come soddisfarle non ce ne sono; possiamo però osservare alcune tendenze:

  • Sono degli estimatori del buon vino a buon prezzo. Non attribuiscono tanta importanza alla varietà, quanto al rapporto qualità-prezzo.  Per questa tipologia di clienti, il vino “al calice” è l’ideale,
  • Tendono a lasciarsi influenzare dalle recensioni online di altri commensali, di influencer e della comunità digitale in generale.
  • Al momento del pasto, sembrano apprezzare soprattutto i vini ottenuti dal Tempranillo e quelli fruttati, morbidi e più gradevoli al palato.
  • Amano gli sconti. Per fidelizzare questi clienti con la carta dei vini, una buona strategia consisterà nell’offrire loro promozioni e sconti frequenti, senza però trascurare la qualità.

Fidelizzare gli amanti del vino

Per fidelizzare i clienti più esigenti sarà necessario offrire loro un’esperienza più completa. La loro attenzione si concentrerà inizialmente sulla scelta dei vini e sulla varietà della carta, e successivamente sulle informazioni disponibili relative ai prodotti. Sono soliti dimostrare un grande interesse per la storia di ogni bottiglia, delle cantine, e per qualsiasi aspetto che susciti la loro curiosità. In questo senso, il sommellier gioca un ruolo fondamentale.

Questi clienti offrono un’opportunità ideale per mettere in pratica la tecnica dell'up-selling, essendo essi già disposti a pagare per vini più cari ed esclusivi, purché ovviamente il personale sappia come venderli.

TheFork Come fidelizzare i clienti con la carta dei viniIl vino della casa

Offrire un vino della casa è una tradizione che può presentare diversi vantaggi, a seconda del tipo di ristorante. Si dice per esempio che i ristoranti più raffinati non offrano un vino della casa, poiché esso è generalmente associato a una qualità inferiore. Ci sono tuttavia altri ristoranti in cui i clienti gradiscono molto un buon vino della casa che valga il suo prezzo. Se decidi di includere un vino della casa nell’offerta del tuo ristorante, assicurati di sceglierne uno che possa incontrare il gusto di più persone, che si sposi bene con diversi piatti e che ovviamente sia economicamente vantaggioso.

Particolari della tua carta dei vini…

Una volta ultimata la selezione, è importante includere nella carta le seguenti informazioni:

  • Il nome del vino e della cantina.
  • Il tipo di vino: rosso, rosato, bianco, ecc.
  • Il nome della denominazione d’origine.
  • La zona di produzione.
  • L’annata.
  • Il prezzo.

Risulterà inoltre utile includere le caratteristiche del vino (morbido, fruttato, secco…), nonché i piatti o i sapori a cui si abbina meglio, in maniera tale da aiutare i clienti a prendere una decisione.

TheFork Come fidelizzare i clienti con la carta dei viniIl vino come protagonista dei tuoi eventi

Un’altra strategia efficace nella fidelizzazione dei clienti può essere quella di ospitare degustazioni e seminari di enologia nel tuo ristorante. Potresti inoltre organizzare degli eventi speciali in cui presentare i piatti del tuo nuovo menu insieme a una nuova selezione di vini. È questa una tattica che ben si presta alla promozione massiccia sui social, attraverso video in diretta su Instagram e Facebook; gli influencer del vino rappresentano un altro canale a cui potresti affidarti per promuovere la tua offerta.

TheFork Come fidelizzare i clienti con la carta dei viniFidelizzare i clienti con il tuo database e la carta dei vini

Un modo per sapere quali sono i vini maggiormente apprezzati dai tuoi clienti è quello di registrare le loro abitudini di consumo all’interno di un database, como quello messo a disposizione da TheFork Manager. Si tratta di uno strumento impiegato dai nostri ristoranti associati per annotare le preferenze dei loro clienti e successivamente analizzare le loro abitudini di consumo attraverso le statistiche generate dal sistema: per esempio, quali vini sono più richiesti, quali meno, durante quale servizio, con che genere di pietanze, ecc.

Se non disponi ancora di TheFork Manager, clicca qui.

Le migliori carte del settore

La Gaffe a Saint-Florent

Grazie alla sua offerta di vini,
il ristorante La Gaffe a Saint-Florent è diventato una delle mete gastronomiche più rinomate di tutta la Francia. Non ha caso si è aggiudicato il premio per la migliore carta dei vini nella categoria ristoranti tradizionali e gourmet nel Tour des Cartes 2018.  In questo paese dalla ricca tradizione vinicola, il Tour des Cartes è l’unico concorso nazionale a premiare le migliori liste di vini.  

Rekondo a San Sebastián

Rekondo, ristorante a 2 stelle Michelin a Donostia, in Spagna, è conosciuto come “l’università del vino”: la sua offerta consta infatti di più di 127.000 bottiglie provenienti da più di 20 paesi. Una cantina eccezionale riconosciuta come una delle migliori al mondo, vincitrice di numerosi premi nazionali e internazionali.

.Come puoi vedere, i tempi sono propizi per sfruttare al meglio la tua offerta di vini! nella fidelizzazione dei clienti. Un’ampia scelta di vini è un ottimo biglietto da visita per il tuo ristorante. Ritieni che la tua carta dei vini sia all’altezza del tuo ristorante? Pensi che ti rappresenti? Ma soprattutto, piace ai tuoi clienti? Ci auguriamo che le risposte a queste domande siano tutte affermative!

Altri articoli che potrebbero interessarti

Fai come gli oltre 60 000 ristoranti già presenti su TheFork

Unisciti alla principale comunità di ristoranti al mondo e migliora il tuo business da subito:

  • Prenotazioni centralizzate in un unico software
  • Riempi i tavoli vuoti anche durante il servizio
  • Il tuo ristorante prenotabile su TheFork, TripAdvisor e siti partner
  • Piantina interattiva e personalizzata della sala
  • Un pulsante di prenotazione per il tuo sito web e i principali social network (Facebook e Instagram)
  • Un team di professionisti è a tua disposizione per qualsiasi necessità
loading

Stiamo elaborando la tua richiesta

Fra qualche secondo, continuerai con la registrazione

Informazioni del tuo ristorante

Tuoi contatti