Quante volte ci è capitato di andare al ristorante e di non essere entrati perché poco ispirati dalla sala? Spesso non è il cibo a essere poco attraente, ma la location. Creare un ristorante non è solo una questione di pianta della sala quindi abbiamo stilato un elenco di 6 regole imprescindibili per decorare il ristorante nel modo più giusto a ogni ora:

  • Il target:

Conoscere il profilo del potenziale cliente è imprescindibile per determinare gli elementi che comporranno la sua esperienza gastronomica.  Da tale punto di partenza è dunque possibile costruire l’ambientazione capace di attrarre quel target. Il locale punta a gruppi di amici, lavoratori, famiglie? L’altro elemento da considerare è il tipo di cibo che offri, poiché la decorazione deve sposarsi con i piatti in modo perfetto.

  • Come nuovo:

Un ristorante è un luogo in cui desideriamo trovare ristoro e vivere momenti gratificanti non solo attraverso il gusto, ma anche con altri sensi specialmente la vista.  E’ dunque essenziale che l’arredamento sia in ottime condizioni: il bar, i tavoli, la reception … è importante che tutti i mobili siano splendenti. In fatto di materiali è meglio optare per soluzioni che hanno una buona resistenza nel tempo, meglio se di tipo naturale e organico per rendere più piacevole l’esperienza.

  • Come a casa:

I mobili oltre che belli devono essere soprattutto comodi specie le sedie che è preferibile siano ergonomiche. Per quanto moderno sia l’arredamento dev’essere comunque confortevole e accogliente al fine di invogliare il cliente a trattenersi e consumare maggiormente.

  • Al naturale:

Al contempo è ideale che i commensali possano sentirsi rilassati al ristorante senza alcun tipo di pressione e scomodità. Da questo punto di vista, l’illuminazione è fondamentale, poiché la luce naturale riesce maggiormente a creare tale sensazione. Per quanto concerne la luce artificiale è dimostrato che quella tenue e calda porta più armonia rispetto ai toni freddi e forti. Inoltre l’intensità dell’illuminazione deve essere più forte all’entrata rispetto alla sala dove è consigliabile una luce più soffusa. 

  • La musica:

Secondo uno studio realizzato da Technomic, 3 persone su 4 affermano che la musica è un elemento importante nell’esperienza di un ristorante e senz’altro è uno stimolo che può completare l’intrattenimento del locale purché non rubi la scena al cibo o alla conversazione. Che tipo di musica scegliere? La migliore è quella che si adatta al target della clientela. Secondo la ricerca riportata è comunque sempre preferibile optare per melodie con poche parole e senza finali netti che facciano da sottofondo, un genere che si presta allo scopo per esempio è il jazz. 

  • Né caldo né freddo:

La temperatura della sala deve essere perfetta anche se è chiaro che non si possono accontentare tutti i clienti. 

In conclusione, l’ambiente è un elemento essenziale. Per testarlo, l’ideale è metterti nei panni del cliente, sederti al tavolo e osservare tutto dal quel punto di vista per assicurarti che il locale sia sufficientemente piacevole e risponda alle aspettative del target.  

Altri articoli che potrebbero interessarti

the-fork-RevPash-la-formula-essenziale-nella-gestione-dei-ristoranti

Suggerimenti

RevPash, la formula essenziale nella gestione dei ristoranti

Suggerimenti

Cosa pensano i clienti del tuo ristorante? Scoprilo così!

Suggerimenti

Gestisci il tuo ristorante online in 7 passi

Parliamone Condividi la tua esperienza e la tua opinione con noi, compilando questo modulo. Il tuo feedback ci interessa.

Fai come gli oltre 40 000 ristoranti già presenti su TheFork