Qual è il social network più adatto al marketing del tuo ristorante?

Come verificare se i social che impieghi per il marketing del tuo ristorante sono quelli più adeguati? Sono molti i ristoratori che si pongono questa domanda, specialmente nel momento in cui cominciano a promuovere la propria attività e decidono di investire un budget di marketing nei canali digitali utilizzati dai clienti.  

Certo è che, nonostante Facebook domini da alcuni anni a questa parte nella classifica dei social più popolari tra i ristoranti, nel 2018 e, secondo le proiezioni, nel 2019 Instagram continuerà a consolidarsi come la vetrina più interattiva per il settore gastronomico. Su quale social è dunque meglio puntare? Per rispondere a questa domanda, è necessario prendere in considerazione vari aspetti:

Caratteristiche del ristorante

TheFork Qual è il social network più adatto al marketing per ristoranti?

Si tratta di un ristorante tre stelle Michelin di gastronomia creativa, la cui offerta consiste in prodotti di grande impatto estetico, o di una pizzeria dall’atmosfera familiare dove funzionano meglio i concorsi e le promozioni?

È una frizzante birreria universitaria con musica dal vivo, o un’intima osteria che offre cucina salutare ed ecologica, dove le informazioni nutrizionali e l’origine dei prodotti acquistano un’importanza particolare?

Questi aspetti contribuiranno a determinare il tipo di ristorante che desideriamo promuovere, il tipo di clienti che vogliamo attirare e, ovviamente, il social più adatto ai nostri scopi.

Clientela potenziale

TheFork Qual è il social network più adatto al marketing per ristoranti?

La clientela di un ristorante può essere più o meno variegata; tuttavia, esiste generalmente un cliente tipo a cui la nostra offerta gastronomica risulterà particolarmente gradita, e con cui è possibile instaurare una relazione più forte.

Questo cliente avrà a sua volta un proprio social preferito; per questa ragione, è fondamentale tracciarne il profilo per comprendere qual è il canale di comunicazione su cui conviene investire per soddisfare al meglio le sue necessità e attrarre così un flusso costante di clienti.

È chiaro che l’interazione digitale di uomini tra i 45 e i 55 anni non è la stessa di quella di giovani studenti universitari o di donne tra i 30 e i 40 anni. Ne consegue che anche i social da loro utilizzati saranno differenti.

Obiettivi di marketing per ristoranti

In base alle informazioni di cui sopra, vale a dire, le caratteristiche del ristorante e la tipologia di clienti potenziali, possiamo definire gli obiettivi che ci proponiamo di raggiungere tramite gli interventi di marketing.

Assicurarsi le prenotazioni in giorni specifici, promuovere un nuovo prodotto o menù, coinvolgere i clienti in un laboratorio gastronomico o in una degustazione, integrare il database, rinforzare l’immagine di marca: ciascuno di questi obiettivi potrebbe richiedere un approccio diverso sui social.

La cosa ideale sarebbe riuscire a individuare il social che offre il maggior valore ai nostri clienti potenziali e che al contempo si presta al raggiungimento dei nostri obiettivi, poiché è così che riusciremo a ottenere i risultati migliori.

Dato: Altrettanto utile è analizzare le statistiche sull’utilizzo dei social in base alla zona, alla località o al paese, facendo tesoro di queste informazioni.

Al giorno d’oggi sappiamo che…

TheFork Qual è il social network più adatto al marketing per ristoranti?Facebook – 2.23 miliardi di utenti attivi ogni mese *

Continua ad essere il social più popolare in svariati mercati. Questo dato è già sufficiente ad indurci a pensare se possa valere la pena investire in questo social.

A maggior ragione se i clienti potenziali del nostro ristorante hanno tra i 24 e i 38 anni (vale a dire, la stragrande maggioranza!). Sono i cosiddetti Millennials, coloro cioè che utilizzano maggiormente questo canale digitale.

Facebook è perfetto per inserire annunci e promuovere post targetizzati in base all’età, lo stato civile, la posizione geografica, i gusti e le preferenze degli utenti in formati differenti a seconda dell’obiettivo. È un social comprensivo, in cui un ristorante può mettere a disposizione degli utenti contenuti altamente interattivi (immagini, video, stories, live), nonché fornire assistenza ai clienti (tramite commenti o messenger) e ricevere prenotazioni dirette.

Instagram – Più di 500 milioni di account attivi ogni giorno **

La forza di Instagram è nelle immagini. Uno strumento dall’enorme potenziale ed oramai consolidato, Instagram figura ormai nel piano di marketing di un numero sempre crescente di ristoratori. Con la sua interfaccia intuitiva e dinamica, è il social preferito dalla cosiddetta generazione Z, vale a dire, utenti dai 16 ai 23 anni i quali, stando alle proiezioni attuali, godranno in futuro del potere d’acquisto maggiore.

Le stories di Instagram si prestano particolarmente alla promozione di un’attività. Essendo prevalentemente costituite da immagini, le stories possono essere integrate in maniera naturale nei contenuti visualizzati dagli utenti, invogliandoli così a interagire con esse e a cliccare su inviti ad effettuare una prenotazione, registrarsi ad un concorso, o esplorare altri contenuti relativi al nostro ristorante.

Mentre con IGTV, il ristorante può raggiungere un pubblico interessato a contenuti speciali di durata e valore superiori. Qui si possono pubblicare video la cui durata può arrivare a 15 minuti, e che ben si prestano a contenuti quali la preparazione di una ricetta, interviste al personale o a chef ospiti, presentazione di eventi speciali, e così via.

Ah! Si possono anche effettuare prenotazioni, grazie alla tecnologia di TheFork. I tuoi clienti potranno infatti prenotare un tavolo nel tuo ristorante direttamente da Instagram. Leggi qui per saperne di più.

TheFork Qual è il social network più adatto al marketing per ristoranti?YouTube – Più di 1.900 milioni di utenti avviano una sessione ogni mese ***

Pur non essendo uno dei canali più utilizzati dai ristoranti, comportando infatti un investimento e un impegno maggiori, YouTube si presta alla fidelizzazione dei clienti e alla promozione della reputazione online attraverso video che raccontano storie interessanti sulla nostra attività.

Tutorial e videoricette, sempre molto popolari, possono senz’altro rappresentare contenuti di grande valore. 

TheFork Qual è il social network più adatto al marketing per ristoranti?Twitter – 335 milioni di utenti attivi ogni mese ****

Come Youtube, anche Twitter è utilizzato dai ristoranti in misura minore rispetto agli altri social; si tratta di uno strumento specialmente efficace al fine di raggiungere clienti potenziali appartenenti ad una nicchia specifica, o per mettere in risalto il ruolo di alcuni membri del personale, come lo chef, il barman o il manager rivolgendosi a categorie di utenti ben determinate.

Ad influire sulla scelta di impiegare o meno questo strumento contribuirà anche la posizione geografica del nostro ristorante, dal momento che si tratta di un social il cui uso nel campo della ristorazione è maggiormente consolidato in alcuni paesi piuttosto che in altri.  Ovviamente, ci sono altre due piattaforme online sulla cui importanza non possiamo proprio sorvolare:

TheFork Qual è il social network più adatto al marketing per ristoranti?TripAdvisor – 456 milioni di visitatori unici ogni mese *****

Al giorno d’oggi, gestire un’attività di ristorazione significa gestire un proprio profilo su TripAdvisor, il social di viaggi più grande al mondo, su cui milioni di utenti interagiscono ogni giorno condividendo foto, recensioni e valutazioni sui ristoranti dove hanno mangiato.

Si tratta di una vetrina di importanza globale al fine di acquisire una maggiore visibilità tra i clienti più propensi a investire in un ristorante che abbia suscitato reazioni positive nel resto della clientela. Non hai ancora un account TripAdvisor? Questo è un buon momento per iniziare.

TheFork Qual è il social network più adatto al marketing per ristoranti?TheFork – Più di 12 milioni di recensioni ******

La nostra piattaforma è diventata il canale principale per l’effettuazione di prenotazioni online nei ristoranti europei, e non è poco. Grazie alle soluzioni tecnologiche da noi sviluppate, i ristoratori possono interagire con gli utenti attraverso le recensioni, nonché promuovere i propri prodotti e servizi, offrire promozioni, partecipare ad eventi speciali, e così via. La nostra piattaforma è ormai ampiamente riconosciuta come uno degli strumenti di marketing chiave nel campo della ristorazione. Clicca qui per unirti subito a noi.

E se la tua attività non è ancora presente all’interno di alcuni social, ti invitiamo a leggere l’articolo seguente per comprendere perché questi strumenti sono indispensabili al fine di assicurarsi un flusso costante di clienti:

La trasformazione dei ristoranti nell'era digitale

.

Fonti:

* Statistiche mondiali giugno 2018. Ufficio stampa ufficiale online di Facebook.

** Dati interni di Instagram giugno 2018. Pagina ufficiale dell’azienda.

*** Dati interni 2017 dell’ufficio stampa ufficiale online di Youtube.

**** Risultati generali di Twitter terzo trimestre 2018. PR Newswire.

***** Dati secondo trimestre 2018. Ufficio stampa ufficiale online di TripAdvisor.

****** Dati generali 2018. Ufficio stampa ufficiale online di TheFork.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Fai come gli oltre 60 000 ristoranti già presenti su TheFork

Unisciti alla principale comunità di ristoranti al mondo e migliora il tuo business da subito:

  • Prenotazioni centralizzate in un unico software
  • Riempi i tavoli vuoti anche durante il servizio
  • Il tuo ristorante prenotabile su TheFork, TripAdvisor e siti partner
  • Piantina interattiva e personalizzata della sala
  • Un pulsante di prenotazione per il tuo sito web e i principali social network (Facebook e Instagram)
  • Un team di professionisti è a tua disposizione per qualsiasi necessità
loading

Stiamo elaborando la tua richiesta

Fra qualche secondo, continuerai con la registrazione

Informazioni del tuo ristorante

Tuoi contatti