In questo periodo i ristoranti temporanei stanno ottenendo sempre più attenzione come metodi innovativi per l’acquisizione di clienti. Ed è proprio il tempo il fattore chiave del loro successo, perché i clienti sono particolarmente attratti dalle edizioni limitate , dove il “solo per pochi giorni” produce un bisogno di consumo immediato.

Un altro elemento che affascina dei ristoranti pop-up è anche la loro mobilità. Dato che questi progetti cambiano posto e in alcuni casi anche lo staff , generano una grande aspettativa e curiosità e di solito fanno il tutto esaurito non appena vengono annunciati. Un boom che sta dando loro un prestigio culturale nel settore.

Ti sembra interessante questa nuova tendenza gastronomica?

Bevi un caffè, mettiti comodo e continua a leggere i diversi metodi di acquisizione di clienti dei ristoranti pop-up. Magari ti verrà voglia di aprirne uno!

Team gastronomici che fanno esperienze pop-up

Nel loro concetto originale, i ristoranti pop-up sono team gastronomici che ruotano in diversi spazi, offrendo i loro prodotti per giorni, settimane, mesi o stagioni.  Lavorano con tutti gli elementi di un ristorante tradizionale, ma senza una sede fissa ed è lì che nasce la magia del loro spettacolo con una data di scadenza.

Ristorante: Albert
Data: dal 19 al 22 aprile 2017.
Luogo: tetto dell’edificio Vanderborght, durante l’Independent Art di Bruxelles

Un buon esempio di questo tipo di ristoranti è il gruppo chiamato Point Albert, che monta e smonta l’universo del suo ristorante pop-up Albert a seconda delle occasioni. È l’attrazione gastronomica dell’ultima edizione della Fiera Indipendente dell’Arte di Bruxelles.

Ristoranti che offrono le loro strutture a ristoranti pop-up.

Ci sono ristoranti che partecipano a questa tendenza, aprendo i loro spazi ad altri ristoranti per un tempo limitato, per aumentare l’acquisizione di nuovi clienti e anche per fidelizzarli, poiché i loro ospiti abituali apprezzano la possibilità di provare piatti creati da mani nuove, negli stessi tavoli che di solito riservano.

Ristorante fisso: Eataly
Ristorante pop-up: Assud
Data: dal 1 al 28 febbraio 2018.
Luogo: Milano, Italia.

La catena gastronomica Eataly, nota per la promozione della produzione gastronomia locale, ha organizzato un evento per sensibilizzare la cultura culinaria siciliana nelle sue cucine e allo stesso tempo offrire un’esperienza di pop-up. Per questo, ha aperto le porte del suo ristorante di Milano al ristorante pop-up Assud, il cui team ha cucinato per un mese un menu degustazione composto da ricette del sud Italia realizzate con prodotti locali.

Un consiglio: se offri delle esperienze pop-up, ricordati di pubblicarle sul tuo profilo di TheFork per permettere ai i clienti di effettuare le loro prenotazioni e per garantire la tua occupazione. Se non sei ancora sulla nostra piattaforma clicca qui.

Ristoranti che cambiano temporaneamente e creano un’esperienza pop-up

Il caso opposto all’esempio precedente. Un ristorante cambia la sua posizione, il suo menu, il suo stile e persino la sua immagine per un po’ di tempo per diventare un pop-up. Si tratta di una buona strategia per aumentare la visibilità su social network come Instagram, ad esempio, poiché i fan saranno sicuramente sorpresi da questo nuovo aspetto del ristorante. Serve anche come strategia specifica per aumentare le vendite in date specifiche.

Ristorante: Bon Bon
Progetto pop-up: Bistro d’été
Data: dal 4 luglio al 2 settembre 2017.
Luogo: Ristorante María a Bruxelles, in Belgio.

Nel 2017, il famoso chef Christophe Hardiquest e il suo team del ristorante Bon Bon, dovettero fare alcuni lavori di ristrutturazione di due mesi. Poiché non potevano permettersi di chiudere per così tanto tempo, crearono il Bistrot d’Été, un’esperienza pop-up che installarono nel mitico ristorante María di Bruxelles durante l’estate. Il risultato fu che i clienti rimasero con il desiderio di provarlo ancora, cosa che permise al ristorante di acquisirli per la riapertura del Bon Bon nel mese di settembre.

Ristoranti che invitano degli chef per organizzare eventi pop-up

Nell’era in cui gli chef sono diventati delle “rock star”, è naturale che gli eventi pop-up abbondino quando i protagonisti sono questi personaggi. Può trattarsi di chef con stelle Michelin o di giovani talenti, la cosa sicura è che i clienti prenoteranno il loro posto in anticipo per potersi godere questo piacere effimero.

Ristorante: Les Résidents
Data: Cambia costantemente.
Luogo: Parigi.

Come suggerisce il nome, è un ristorante di chef. Il concetto è che in cucina ci sono sempre chef residenti e i clienti hanno sempre diverse esperienze culinarie. I suoi proprietari hanno scommesso su un’avventura in cui i giovani talenti vivono l’esperienza di essere capi di una cucina ancora prima di lanciarsi ad aprire le proprie attività, mentre i loro clienti provano diverse creazioni, ingredienti, ricette e sapori di diverse latitudini.

Cosa ne pensi della tendenza dei ristoranti temporanei? Una grande sfida! Non è vero? Una strategia per attrarre clienti che implica un buon concetto, un coordinamento impeccabile, azzeccare i luoghi e gli eventi in cui svolgerli e, naturalmente, tanta creatività per lasciare i clienti senza parole. Hai mai pensato di avere un progetto simile?