Zona gialla e bianca: gestisci in autonomia le tue disponibilità su TheFork

9 marzo 2021
Zona gialla e bianca: gestisci in autonomia le tue disponibilità su TheFork

In linea con l’andamento epidemiologico, in alcune regioni italiane le misure restrittive vengono a tratti allentate e la ristorazione riprende in parte l’attività, spesso variando orari ed offerta rispetto alla proposta precedente. Quando in zona gialla, i ristoranti sono aperti solo a pranzo e comunque possono avere il servizio al tavolo fino alle 18. In zona gialla si può consumare nella sala dei ristoranti e al tavolo possono esserci un massimo 4 persone. nella fascia oraria che va dalle 5 alle 18. Le stesse regole che valgono per i giorni feriali sono applicate nel week-end così come sono le stesse modalità di somministrazione. La zona bianca, invece, è la fascia di rischio minimo che permette a bar, ristoranti e pizzerie di aprire anche la sera.

 

Come sappiamo l’utente che prenota on line è sempre più esperto ed attento, fa scelte ponderate, più ragionate e meno estemporanee che prima. Negli ultimi anni il grado di attenzione è stato crescente ma ora più che mai l’utente è portato a valutare a fondo le varie peculiarità del ristorante.

L’uscita a pranzo è in questo momento un’esperienza gastronomica e conviviale con peso maggiore rispetto al passato, è il momento del tanto atteso svago, una piccola grande finestra di normalità in un periodo molto particolare, chi prenota vorrà quindi cercare il luogo, l’atmosfera e la proposta giusta per goderne al meglio e, non da meno, sentirsi al sicuro.

Sarà quindi importante tenere aggiornata la scheda del ristorante in modo che catturi l’attenzione dell’utente, fondamentale sarà farlo velocemente ed in autonomia, visto anche lo spesso, repentino e relativamente improvviso, cambio di scenario.

Abbiamo proposto qui una checklist pratica per accogliere nuovamente gli ospiti. Vediamo ora le operazioni all’interno dell’agenda elettronica manager.thefork.it per attuare quanto sopra detto.

Innanzitutto se non ricordi come fare l’accesso ecco un brevissimo video che te lo mostra

Se è molto tempo che non accedi e non ricordi la password non perderti d’animo, la si può facilmente e velocemente recuperare, cliccando sulla voce password dimenticata nella schermata d’accesso, verrà inviato un link per reimpostarla all’indirizzo email desiderato.

Una volta ripreso possesso della tua agenda elettronica per prima cosa accertati che orari e giorni di apertura siano impostati correttamente rispetto all’attuale offerta.

Se ad esempio in passato il tuo ristorante era aperto solo a cena, dovrai creare il servizio del pranzo e lo potrai settare anche solo per un periodo specifico. Dopo aver effettuato l’accesso al TheFork Manager segui la procedura guidata cliccando su questo link per creare un nuovo servizio.

Se invece hai necessità di modificare gli orari del servizio esistente lasciati guidare da queste indicazioni

Aver impostato correttamente giorni ed orari di apertura è la prima fondamentale operazione da svolgere al momento della riapertura per far si che non si ricevano prenotazioni in eventuali giorni nei quali di fatto il ristorante è chiuso, magari in quel giorno in passato era aperto e l’informazione non è stata aggiornata, e viceversa che gli utenti non trovino chiuso un giorno in cui ad ora si è invece aperti.

Sistemati questi aspetti, come abbiamo visto è, ora più che mai, importante aggiornare anche le altre informazioni.

Ricorda che la scheda del ristorante è la tua vetrina on line e che le due sezioni fondamentali che la compongono sono le foto e la proposta gastronomica. L’utente, una volta arrivato sul profilo, deve sin da subito capire: che ambiente troverà nel tuo ristorante e quale sia la linea del menu.

Nessuno meglio di te conosce la tua offerta, sarà quindi vincente saperla comunicare in autonomia.

Le foto sono fondamentali per raccontare il ristorante, dovranno far capire all’utente l’atmosfera ed i piatti, questi dovranno far venire l’acquolina in bocca a chi li vede.

Aggiorna le foto con l’attuale mise en place, ricorda di far capire dall'immagine l'ambiente generale e non solo il dettaglio ed inserisci foto con portate di stagione.

Clicca su questo link per accedere direttamente alla sezione foto  dove trovi anche le specifiche tecniche.

Una volta catturata l’attenzione dell’utente con le immagini è altresì importante comunicare l’attuale offerta gastronomica: il menu, che dovrà rispecchiare la linea di cucina del ristorante, oltre che essere ovviamente aggiornato. Ad oggi abbiamo la possibilità sia di inserire piatti di esempio scrivendoli manualmente, sia di inserire il menu completo consultabile in formato pdf.

Qualora al momento della riapertura il tuo menu avesse subito variazioni, non dimenticare perciò di aggiornarlo, clicca su questo link per accedere alla sezione dedicata.

E ricorda che nella sezione lasciati guidare che trovi, una volta fatto l’accesso alla tua agenda elettronica, sulla destra dello schermo hai a tua disposizione la guida per tanti altre sezione del TheFork Manager.

 

Preparati alla riapertura con la nostra versione PRO ora

il software è gratuito fino al 31 maggio 2021
Scopri TheFork Manager

Ottieni maggiore visibilità online

Aumenta il tasso di occupazione dei tavoli del tuo locale

Dichiara guerra ai no-show

Affidati ad esperti del settore