La cucina africana tra i trend del 2022: i piatti da scoprire

24 febbraio 2022
Scopri i piatti della cucina africana

Tra i trend che abbiamo individuato per il mondo della ristorazione nel 2022 c'è sicuramente la riscoperta delle origini. Questo significa ripulire la cucina da molte sovrastrutture contemporanee, ritornando a prodotti "antichi" e primigeni come cereali, pane e caffè. Ma anche riscoprire tradizioni gastronomiche dalle radici ancestrali, come la cucina africana. Liberandosi di preconcetti e scoprendo nuovi gusti, è possibile proporre ai propri clienti un'esplosione di gusto inedita, colorata, coraggiosa. Ecco qualche ricetta se volete sperimentare con il vostro menù:

Pollo piri piri 

Questo è uno dei piatti forti del Mozambico, terra affascinante in cui tradizioni africane, portoghesi, orientali e arabe si mescolano soprattutto in un'esplosione di spezie e sapori. Questa ricetta, in particolare, ha le sue radici proprio in Portogallo ma è in Mozambico che incontra i piri piri più freschi, peperoncini piccantissimi dal sapore inconfondibile. Proprio i piri piri sono uniti a paprika, aglio, olio e aceto per formare una salsa densa che va a insaporire il pollo durante la cottura.

Bunny Chow 

Il bunny chow, detto anche semplicemente bunny (foto sotto), è un piatto sudamericano particolarissimo, soprattutto dall'aspetto e dall'impiattamento inconfondibile. Si tratta infatti di una una pagnotta quadrangolare scavata e riempita di carne e verdure speziate al curry. Le sue origini deriverebbero dalle migrazioni indiane in Sudafrica, ciò che è certo è che a tutt'oggi è uno dei piatti simbolo del paese, soprattutto della città di Durban.

Bunny chow

Muamba de Galinha

Dall'Angola viene questo piatto tipico, anch'esso frutto delle varie stratificazioni coloniali: la muamba (o moamba) de galinha si preparata con ali di gallina o di pollo cotte con olio di palma, gombo (tipica pianta dell'Africa tropicale nota anche come ocra), peperoncino, cipolla, zucca e funge. Si serve di solito con il funge, una specie di polente ottenuta lavorando la farina di manioca.

Zanzibari biryanis and pilau

Anche Zanzibar è un crocevia di tantissime culture e tratte mercantili, da qui una grande varietà di spezie usate in cucina. Questo piatto ha tantissime varietà, che vanno dal semplice mix di verdure all'inclusione di carne o frutti di mare. L'importante è che sia accompagnato da una salsa e da riso conditi con un mix molto deciso di spezie, che includono peperoncino, cardamomo e cumino.

Ful Medames

Il Ful Medames (detto anche semplicemente Ful) è un piatto tipico di molti paesi, tra cui Palestina, Siria, Giordania e Libano, ma è probabile che le sue origini, antichissime, vengano rintracciate in Egitto, per alcuni addirittura all'epoca dei Faraoni. Si tratta di un piatto a base di fave secche, cucinate lentamente in contenitori di rame, e servito con olio, prezzemolo, cipolla, aglio e limone. È mangiato a colazione o anche come street food servito in deliziosi panini.

Harira

Harira

L'Harira (foto sopra) è una zuppa tradizionale della cucina araba, servita in particolare in Marocco e nel Nord Africa, spesso consumata a conclusione del digiuno durante il Ramadan. È una zuppa sostanziosa e saporita, preparata con carne (spesso agnello), verdure, legumi e tantissime spezie (curcuma, coriandolo, cannella, paprika, prezzemolo, zenzero e zafferano). Viene servita con riso o più tipicamente con una pasta lunga simile ai nostri vermicelli.
 

Scopri TheFork Manager

Ottieni maggiore visibilità online

Aumenta il tasso di occupazione dei tavoli del tuo locale

Minimizza l'impatto dei no-show

Affidati a esperti del settore